venerdì 30 agosto 2013

quelli che...Il Sogno

alcuni feedback dei partecipanti al workshop "Il Sogno - percorso Yoga" (di tutti i partecipanti, insegnante compresa!).


“non so se sia effetto del seminario ma sicuramente sta aiutando..mi sento più radicata...mi sento in grado dire di "no" e […] cominciare anche a sapere cosa voglio mi fa dire più serenamente "no" senza sentirmi in colpa!  e i sogni mi aiutano a vedere più chiaramente..a pazienza...con amore…piccoli passi...”

"sono sempre stata brava, a sognare. dirigevo i sogni, credo si chiami sogno lucido quella cosa che succede quando, all'interno del sogno, ti accorgi di stare sognando e allora puoi anche cambiare il contenuto del sogno, senza svegliarti. mi capitava spesso. 

ho capito però che lasciar liberi i miei sogni è più divertente, e se li seguo senza dirigerli ma lasciando fare a loro, posso avere molte indicazioni più preziose su me stessa e quel che mi accade anche durante la veglia".

“mi sto guadagnando un luogo a mia misura anche nel mondo onirico […] mi è bastato un niente, ed una pratica fatta su misura, per poter decidere i percorsi da seguire anche in uno stato di coscienza quale il sonno è. 
“non sempre le cose vanno come mi sono prefissata, ma anche nel caso di un sogno agitato da condizioni di malessere disagio o addirittura incubo, riesco ad uscirne […] in quel momento riprendo le redini della mia mente e la consapevolezza seminata è cresciuta, mi appartiene anche nei momenti di criticità,  mi fa uscire definitivamente dalla situazione. l’ascolto e l’ attenzione sono fondamentali”

“io sogno sempre e sogno tanto. sogno persino nelle rare pennichelle che mi concedo. credo di poter contare sulle dita delle mani i rari incubi della mia vita.
[…] adoro ascoltare le “storie” che racconti ma la cosa, per me, singolare è verificare l'effettiva aderenza del tema dato alle sensazioni psico-fisiche che ho provato successivamente ai seminari”
“fisicamente è stato faticoso […] faccio stretching da sempre e quasi tutte le mattine, il mio lavoro richiede grande flessibilità ed un controllo bio-meccanico e propriocettivo completo e profondo […] e insomma non credo di essere proprio un rottame umano ma la quantità di parti e micro distretti fisici che ho “scoperto” di avere è impressionante! […] temo che questo non sia altro che la manifestazione di profonde tensioni che il lavoro sul sogno consente di fare emergere. se così è, non so se preoccuparmene…”

“una cosa l'ho osservata, che siano agitati o meno, ho più consapevolezza del mio sonno, mi ricordo di più appena sveglia quello che ho sognato, anche se poi lo dimentico, ma prima era proprio un buio totale. 
non soffro più d'insonnia e alla mattina mi sento riposata e sveglia, riesco a concentrarmi meglio e più a lungo.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...